ARRIVA IL METODO GIAPPONESE DELLE "5S" CHE TI CAMBIA (E MIGLIORA) IL LAVORO

Fonte: "Il Corriere della Sera", approfondimento di Thomas Bendinelli
Primo passo eliminare, ultimo, mantenere gli standard.
Risultato? Crescono produttività e creatività, qualunque lavoro si faccia, che sia a casa o in ufficio.
Il metodo è giapponese ma la diffusione è oramai mondiale da tempo e non c'è scuola che si occupi di formazione e innovazione che non ne preveda almeno un corso. È la metodologia 5S, una semplice procedura per migliorare la postazione di lavoro. Qualunque lavoro si faccia: a casa, in ufficio o nel reparto di produzione. Le indicazioni sono semplici ma il difficile è la continuità. Il risultato vale però lo sforzo: sia che si voglia aumentare la produttività sia che si voglia avere più tempo libero. O per far crescere innovazione e creatività.
1- Seiri
Il Seiri è la prima, fondamentale S. Per gli inglesi 'sort'. Significa selezionare ed eliminare dalla postazione qualsiasi cosa non serva alla svolgimento dell'attività lavorativa. La corretta applicazione di questo punto permette la riduzione di problemi e interferenze nel flusso lavorativo, una maggiore qualità dei prodotti e un aumento della produttività.
2- Seiton
Il Seiton è il riordinare in modo efficiente gli strumenti, le attrezzature, i materiali, quello che è utile per lavorare bene. Gli inglesi lo chiamano 'set in order'. La seconda S è molto importante, in quanto permette di eliminare numerosi sprechi di tempo nello svolgimento delle attività produttive.
3- Seiso
Il Seiso ha a che fare con il controllo dell'ordine e della pulizia creati. Gli inglesi lo chiamano 'shine'. Il disordine nasconde le inefficienze, la pulizia non è una perdita di tempo ma una pratica che migliora l'umore e la qualità del lavoro.
4- Seiketsu
Seiketsu è concetto che rimanda alla standardizzazione - 'standardize' in inglese - delle procedure. Scegliere e separare, Sistemare e organizzare, Controllo dell'ordine e della pulizia creati. Lo scopo principale della standardizzazione è evitare la mancata applicazione dei tre processi precedenti, al fine di renderli un'abitudine quotidiana e assicurare che siano mantenuti e migliorati nel tempo.
5- Shitsuke
Come mantenere e migliorare gli standard. In italiano diremmo disciplina e rigore, ma gli inglesi usano il termine 'sustain'. In musica, è la capacità di uno strumento di mantenere il suono nel tempo. Il che, in pratica, vuol dire che la quinta S, il shitsuke, è la più fondamentale di tutte. Le prime quattro servono, ma se poi non si continua, non serve. Vale anche per le diete: quando hai raggiunto il peso forma, poi devi mantenerlo. Ci vuole qualche sforzo, ma i benefici sono maggiori dei costi: si lavora meglio e aumentano produttività e creatività. Perché anche per innovare ci vuole metodo.



Designed by Freepik / Freepik